Cerca altre notizie di husky nel web:

lunedì 5 novembre 2012

Una dieta casalinga per i nostri Husky


Alessandro ci racconta della dieta casalinga. Finalmente vi presentiamo un ottimo spunto per nutrire al meglio i nostri cani e qualche indicazione fondamentale per evitare sbagli drastici.
Di Alessandro Monforte.
Mi sono imbattuto nella dieta casalinga per caso. Ero sempre stato convinto che l’unico cibo che il cane potesse e dovesse mangiare fosse la crocchetta, e prima di accogliere il mio cucciolo di SH mi ero ampiamente documentato su quale potesse essere la marca di pet food più adatta, in base a quantità di proteine, fibre, assenza di cereali etc .

Quando però il mio cane, dopo pochissimo tempo che lo nutrivo con crocchette di qualità super premium, ha sviluppato notevoli problemi intestinali (diarrea, meteorismo etc) che non passavano né cambiando crocchette, né con rimedi medici che non fossero antibiotici, il mio veterinario  mi ha suggerito il passaggio alla dieta casalinga. 

Mi si è aperto un mondo. Ho iniziato a seguire alcune semplici raccomandazioni  su come preparare i cibi e dopo pochissimi giorni la mia cucciola è stata drasticamente meglio. Il pelo era più lucido, non aveva  più diarrea, ed era persino diminuita la frequenza di defecazione!
Questo fatto empirico, unitamente poi a quanto ho letto nei mesi successivi sui benefici della dieta casalinga, comparati con i problemi della dieta “a crocchetta”, mi ha reso un grande sostenitore della prima a discapito della seconda.

Iniziamo a sfatare alcuni miti: dieta casalinga, non significa che si può dare al cane gli avanzi della cena. Il cane non deve essere utilizzato come pattumiera. Chi fa così, oltre a incentivare pessimi comportamenti da parte del cane, che inizierà a “mendicare”, non fa un favore al proprio amico peloso. La dieta casalinga deve rispettare determinati criteri di bilanciamento tra proteine, carboidrati, lipidi, fibre, sali minerali e vitamine.

Secondo mito da sfatare: la dieta casalinga non si deve usare perché è difficile da bilanciare. Ora, alzi la mano chi tra noi , ad ogni pasto, sa esattamente quante proteine e quanti grassi deve assimilare!

Il bilanciamento tra i componenti della dieta è ovviamente importante (non si possono assumere solo proteine a discapito dei carboidrati, ad esempio), ma tale bilanciamento si deve assicurare nell’arco di settimane o mesi, non certo per ogni singolo pasto!
Quindi la domanda è: cosa dovrebbe contenere una dieta casalinga da proporre ai nostri cani per assicurare l’assunzione in giuste dosi delle proteine, fibre, carboidrati, lipidi, sali minerali e vitamine necessarie per il loro benessere? In che quantità? E quali alimenti si devono invece assolutamente evitare?

Andiamo con ordine:
Proteine
vanno bene (a meno di intolleranze particolari che si dovessero scoprire strada facendo) sia carni rosse (bovino, manzo, cavallo , agnello) che carni bianche (pollo, tacchino, coniglio etc). Si possono offrire in forma di macinato o bollite. I quantitativi orientativi giornalieri sono circa 35gr/kilo di massa corporea del cane per i cuccioli in fase di accrescimento e di 20-25gr/ kilo di massa corporea per gli adulti. Sono indicazioni del tutto spannometriche e dipendono molto dalla quantità di attività fisica che il singolo cane svolge durante la giornata. Più è attivo, più proteine gli servono.
Io ho iniziato con dosi indicative e poi, vedendo lo stato di forma del mio Siberiano, la sua energia e il suo peso ho apportato aggiustamenti.

Si può anche ovviamente proporre il pesce, che va spinato e possibilmente bollito. Va bene sia il pesce fresco che il pesce scongelato, negli stessi quantitativi più o meno, di cui sopra.

Le uova (sode) vanno benissimo, in genere io ne do uno intero a settimana in sostituzione della carne.

Evito invece di somministrare latte e derivati perché soprattutto ai cuccioli il lattosio può dare fastidio e generare intolleranze, con vomito e diarrea annessi. Alcuni proprietari si trovano bene nell’offrire ai propri cani formaggi magri non stagionati, ma io al momento evito.


Carboidrati
Si possono offrire riso in bianco bollito, riso soffiato, o pasta, ma attenzione a non eccedere! I cani hanno un apparato digerente che non è adatto a digerire gli amidi, per cui il riso o la pasta devono essere stracotti e sciacquati molte volte in acqua per portare via quanto più amido possibile. Attenzione anche a non aggiungere sale! Il sale può danneggiare i reni dei cani e provocare ipertensione.
La quantità giornaliera consigliata dal mio veterinario è intorno ai 15-20gr/kilo di massa corporea del cane, ma valgono le considerazioni fatte sopra.

Lipidi
Generalmente i lipidi contenuti negli alimenti sono sufficienti per il fabbisogno dei nostri amici. Personalmente io integro il pasto, una o due volte a settimana , con un paio di cucchiai di olio di fegato di merluzzo oppure di olio di salmone. Questo accorgimento rende il mantello più lucido e morbido.

Fibre
questo è un punto che potrebbe essere un po’ dolente. Difficilmente infatti le diete casalinghe sono ricche di fibre. Si possono somministrare comunque verdure crude o solo leggermente bollite per non disperdere il contenuto di vitamine, quali carote, zucchine, broccoli etc. Va bene anche dare una fetta biscottata integrale al giorno, magari come snack tra un pasto e l’altro. 

Attenzione comunque anche qui a non abusare di vegetali perché la frequente somministrazione di verdure può alcalinizzare le urine e rendere quindi più facile l’insorgere di infiammazioni alle basse vie urinarie.

All’inizio davo una mezza carota a pasto, poi però il mio veterinario mi ha suggerito un integratore specifico per le fibre (si trova in farmacia), a base di polpa di barbabietola tritata, e ora uso solo quello, un cucchiaio da zuppa al pasto. Tra l’altro l’integratore che uso apporta anche un buon quantitativo di Omega3 e Omega6, necessari per il benessere del cane. 

Vitamine e sali minerali
anche in questo caso, le quantità naturalmente presenti nei cibi dovrebbero essere più che sufficienti per coprire il fabbisogno dei nostri cani. Con molta moderazione, si possono offrire frutti come mele, banane, pesche, pere e prugne.
Personalmente non do la frutta e, un paio di volte a settimana, do un integratore di vitamina A, B1, B2, B6 e B12 che si trova tranquillamente in tutte le farmacie e negozi di animali, così sono più tranquillo.

Questo chiude la parte inerente ai cibi che si possono offrire ai nostri cani, ma parliamo ora un attimo di quali cibi sono assolutamente da evitare perché tossici per la loro salute:
Cioccolata: anche in piccole quantità può essere molto dannosa, o addirittura mortale per i cuccioli.
Dolci in generale
Uva
Cipolle
Funghi
Tutto ciò che è fritto 
Tutto ciò che è piccante
Sale
Alcool
Caffeina (niente Tè, Caffè, Coca Cola etc)
Prosciutto, Salumi e Insaccati
Cibi troppo freddi o troppo caldi

Voglio tornare ora un attimo sul tema “quantità” di cibo da somministrare al cane. Sottolineo ancora un a volta che trovare la dose giusta non è semplice, vanno fatti tentativi, prove ed errori. Ci potranno essere molti aggiustamenti in corsa! L’importante è che il cane non vada sovrappeso (o sottopeso!) e che mantenga sempre la voglia di giocare e camminare. In particolare se notate che la “vita” del cane si assottiglia troppo o se si intravvedono le costole, decisamente va aumentata la dose! Io sono arrivato a delle dosi stabili di tacchino/riso etc dopo circa 3 mesi di alimentazione casalinga per il mio cane, ma i benefici li ho visti dal giorno uno!!

Ora mi si dirà: si ma per preparare il cibo casalingo ci si mette troppo, non ho tempo, sono stressato dal lavoro, è molto più comodo dare una ciotola di crocchette al cane e arrivederci e grazie. Sicuramente è vero (e l’alimentazione industriale è anche senz’altro meno costosa della casalinga): ma volete mettere la certezza di sapere cosa mangia il vostro cane, la certezza di non dargli additivi e conservanti, la certezza che non stia mangiando sottoprodotti animali di dubbia provenienza, che non stia assumendo cereali (non è una mucca!!) etc? 
In sintesi, con un po’ di attenzione e pazienza si può, a mio avviso, aumentare notevolmente il grado di benessere del proprio amico peloso.

In conclusione, ecco il “menu” che propongo al mio cane. Non ha lo scopo di valere per tutti, in quanto ogni dieta deve essere tarata sulle necessità del singolo animale, ma rappresenta solo un esempio di quello che si può fare:

Tacchino (bollito o al forno): 400 gr/giorno
Riso in bianco stracotto: 200 gr/giorno (mi riferisco al peso una volta cotto)
Integratore per le fibre, Omega3 e Omega6: due cucchiai da zuppa/giorno

Due volte a settimana: due cucchiai da zuppa di olio di salmone o olio di fegato di merluzzo.
Due - tre volte a settimana: una tavoletta di integratore per le vitamine A, B1, B2, B6 e B12.
Una volta a settimana sostituisco un pasto di carne con un uovo sodo intero.
Buon appetito!

7 commenti:

  1. interessante x me che non conoscevo gli siberian husky

    RispondiElimina
  2. Ciao,io dovrei prendermi una cucciola di questa stupenda razza che è il siberian husky. Però avrei delle domande
    1 come fare per evitare che a tavola abbai o voglia mangiare quello che in quel momento stiamo mangiando noi. Mia madre si arrabbia spesso con la mia cagnolina (meticcia) e il mio gatto perché lo fanno spesso,specialmente con la carne,ma continua a dargli damangiare dal piatto!A me questa cosa da leggermente fastidio perché se mangio voglio mangiare in pace e poi se rimane qualcosa darglielo. Lilo e Viola (gatto e cane) lo fanno spesso anche quando mangiamo i panini e camminiamo per casa e dobbiamo sempre dargliene metà o fa no casino ! Come fare per educare questa nuova cucciola di husky? Se i miei animali (ormai troppo grandi per correggerli e abbiamo provato) continuano a farlo ma io ho addestrato la nuova arrivata,lo farebbe comunque seguendo il loro esempio? Cosa potrei fare in questo caso?
    2 io della pettorina non mi fido perché Viola mi è spesso scappata togliendosela. Il collare però tira e potrebbe fare male. Cosa mi consigli? Anche per tenere più uniforme il pelo senza che si vedano i segni di pettorina e collare,cosa fare?
    3 quante volte vanno lavati? Io la mia piccola la lavo poco perché è sempre pulita e non sta buona durante il bagno perche mai abituata.
    4 se rimango a Taranto dovrei prendermi questa meraviglia di piccola che mi sembra tanto un sogno,ma se andiamo a Milano non possiamo perché non c'è lo spazio e garantisco che quando portavo la mia a passeggio tornavano molto presto perché verde c'è ne poco e quando c'è devi stare attento. Poi ci sono pochi cani con cui giocare,ma questo non centra niente. Volevo chiederti se ci sono allevamenti buoni e sicuri vicino a Taranto,io non me ne riesco a intendere molto di queste cose.

    Grazie per aver avuto la pazienza di leggere fino a qui (se dovessi riscontrare errori di ortografia purtroppo è il mio telefono che ha ormai problemi) e aver riposto :). Grazie a te e al tuo sito ho imparato un sacco di cose che non sapevo e che invece mi servivano,cose che davo per scontato che sapessi e invece no. Grazie ancora a te sono riuscita a convincere mia madre ( o quasi,appatto che sia io a prendersene cura,così che voglia bene principalmente a me. La mia cagnolina mi vuole bene ma se deve scegliere preferisce mia madre e mio fratello,come anche il gatto. Tutto questo perché io ero piccola e non sapevo ancora prendermi bene cura di un animale) a prendermi questa cucciola e ho l'intenzione di addestrarla stavolta! Non le farò fare gare o concorsi perché io in primiss non sono bravissima,ma mi piacerebbe addestrarla a fare cose semplici ma che comunque mi possano servire per una pacifica e bella convivenza. Grazie ancora e spero di ricevere le risposte :)

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    prima di tutto c'è già un articolo a tal proposito nella categoria educazione. Ci vuole fermezza in queste cose e le regole devono essere seguite anche da tua madre che prima permette e poi non vuole. Un nuovo arrivato potrebbe infatti seguire gli altri.
    Due, insegna a non tirare fin da subito e non lasciare il collare sul cane sempre ma solo quando esce.
    3. Abitua a farsi lavare da piccola e poi lavala solo quando ritieni che sia necessario. L'husky non puzza ed è pulito come cane.
    4. C'è la sezione degli allevatori qui sul blog dove ho inserito quelli di cui si parla bene.
    per il resto continua a studiare l'educazione canina e vedrai come sarà sereno il tuo animale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono la ragazza del post di sopra, purtroppo non sono mai riuscita a ritrovare la tua preziosa risposta. Da settembre 2015 è con noi Shake, un maschio di husky tutto pepe! Ho sempre cercato di seguire tutti i consigli del tuo blog e cercare sempre più informazioni possibili su come crescerlo al meglio. Posso dire che Shake è un ottimo compagno, va d'accordo con tutti i cani e con le persone, gioioso e allo stesso tempo tranquillo. Gli unici piccoli difetti sono il tirare, il non ascoltare da libero (non si allontana assolutamente, però se lo richiamo decide lui quando tornare) e l'essere troppo iruento con gli altri cani, ma per il resto non poteva capitarmi amico migliore 😍😍fantastica razza.

      Elimina
  4. Ciao,
    prima di tutto c'è già un articolo a tal proposito nella categoria educazione. Ci vuole fermezza in queste cose e le regole devono essere seguite anche da tua madre che prima permette e poi non vuole. Un nuovo arrivato potrebbe infatti seguire gli altri.
    Due, insegna a non tirare fin da subito e non lasciare il collare sul cane sempre ma solo quando esce.
    3. Abitua a farsi lavare da piccola e poi lavala solo quando ritieni che sia necessario. L'husky non puzza ed è pulito come cane.
    4. C'è la sezione degli allevatori qui sul blog dove ho inserito quelli di cui si parla bene.
    per il resto continua a studiare l'educazione canina e vedrai come sarà sereno il tuo animale!

    RispondiElimina
  5. Salve vorrei delle informazioni ho un husky di 6 mesi che soffre di mancanza di zinco e a volte ha delle ricadute nonostante continuo a somministrare le pastiglie di zinco al momento lo nutro con roial canin dr21 ipoallergenico consigliato dal veterinario per sistemarlo di intestino e perché le crocchette di pollo gli facevano venire la forfora ora mi chiedo chi di voi ha questo problema è come lo ha risolto grazie in anticipo se volete scrivere in privato la mia mail è ordaiolo@hotmail.it grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei darti un semplice consiglio, chiarendo che non sono una veterinaria, prova a dare al tuo cane il cibo fresco. Lo zinco si trova nel pesce, carne rossa, legumi. Potresti fornirgli alternando tra crocchette e cibo fresco. Secondo me, vedrai la differenza.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Condividi: