Cerca altre notizie di husky nel web:

lunedì 4 luglio 2011

Cane abbaia quando si mangia

Un cane che abbaia quando si mangia è un cane maleducato dai padroni.
Hai un cane che non ti lascia mangiare in pace? Salta, abbaia, guaisce, ti graffia, ringhia…. Insomma fa di tutto per avere un bocconcino. Tu, tanto per mangiare in pace, ci caschi, ma la belva si mangia il bocconcino e torna alla carica peggio di prima. Ebbene, come rimediare?

Cerca di capire il perché di questo comportamento. Nella gerarchia canina, il capobranco è colui che trova il cibo e mangia per primo. Per primo passa dalle porte, decide lui dove andare, gioca se vuole e non ti considera se sei un sottomesso. Ora, tralasciando il discorso di dominanza e sottomissione, cerchiamo di far capire al cane che non è lui a comandare.

Perché un cane vorrebbe comandare? Per avere tutto e subito? No, perché sei un incapace e come capobranco fai pena, così il tuo cane pensa che deve arrangiarsi da solo e mettersi alla guida del branco. Cosa che risulta incoerente con le tue abitudini. Dunque se sei una brava guida per il tuo cane, lui rimarrà al suo posto. Se il cane non ti stima perché non gli hai dimostrato di essere coerente e una brava guida, cercherà di essere lui stesso la guida che manca.
Il cane non è una persona, altrimenti fate un bimbo anzi di prendere un cucciolo
Detto ciò, se il cane rompe mentre pranzi, ceni o fai uno spuntino è perché:
-Non sei un buon capobranco.
-Non sei coerente con lui (prima lo rimproveri e poi lo premi con coccole o bocconcini perché ti fa pena).
-Lo hai abituato a mangiare insieme a te (passando bocconcini sotto il tavolo).
-Non l’hai educato e il cane non sa quando e come stare al suo posto.
-Il cane mangia prima della famiglia.

Recuperare un simile comportamento non è difficile, ma necessita di pazienza. Il tutto è molto semplice. Devi mangiare senza considerarlo minimamente. Lui abbaia e tu mangi, non lo guardi, non lo consideri, non lo rimproveri. Devi fare finta che non esiste, che non è degno della tua attenzione. Se sale sulla gambe o sul tavolo digli un secco NO (guai ad alzare le mani, peggioreresti la situazione) e torna a essergli indifferente. Finito il tuo pasto dagli un bocconcino e sparecchia la tavola. Ripeti tutto questo tutte le volte che mangi.

Il cane capirà questo: è inutile che mi tolgo la vita, tanto non mi da nulla. Tuttavia appena finisce avrò anche io qualcosa di buono.
Ciò significa che prima o poi il cane si placherà e aspetterà paziente che tu finisca perché saprà che gli darai comunque qualcosa, ma solo alla fine.
Beh, quando si mangia?
Non è necessario chiuderlo in un’altra stanza, penso sia più educativo mostrargli quello che fai: io mangio e tu aspetti, quando finisco mangi anche tu. Per rafforzare questa convinzione nel cane è necessario dargli la pappa solo dopo che tutti i membri della famiglia hanno mangiato. Non fa niente se il cane rimane lì a fissarti con occhi dolci: non cascarci. Dimostreresti di essere incoerente. Il cane guarda per capire se stai per finire e quindi quando toccherà a lui.

Tutto questo non è affatto maltrattamento come potrebbero pensare gli animalisti incalliti e ignoranti. Scusate se dico questo, ma è necessario capire che al cane fa solo piacere avere una guida coerente che sappia ciò che fa e lo rispetti per quello che è. Un bambino viziato non sarà mai un bambino felice, stessa cosa per i cani. Un cane è felice di avere una buona guida (capobranco) perché saprà che è una persona capace di difenderlo, di farlo divertire, di capirlo e che gli assicuri un buon posto dove vivere con amore, rispetto e educazione (rispettando anche il linguaggio canino).

1 commento:

  1. Ottimo post, peccato ci siano persone ignoranti che non vogliono capire, e che ti danno del senza cuore perché non consideri il cane mentre mangi, perché non gli dai tutto quello che hai nel piatto ecc...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Condividi: